Notizie Arta

Pescara 20/06/2019

Arta Abruzzo al convegno Inail su siti contaminati e rischi per i lavoratori
La geologa Lucina Luchetti del Distretto provinciale Arta di Chieti durante il suo intervento al convegno Inail di Venezia

La geologa Lucina Luchetti del Distretto provinciale Arta di Chieti durante il suo intervento al convegno Inail di Venezia

Anche Arta Abruzzo, insieme ad Ispra e alle Asl di diverse regioni italiane, ha partecipato al convegno “La gestione dei siti contaminati e dei rischi per i lavoratori” organizzato dall’Inail a Venezia il 13 e il 14 giugno 2019.

L’evento ha fornito l’occasione di condividere le esperienze maturate nel settore sia da parte della pubblica amministrazione che da parte delle aziende coinvolte nella problematica. Sono state inoltre illustrati i risultati del progetto Bric (Bando Ricerche in Collaborazione) dell’Inail, coordinato dal Dipartimento di Ingegneria Civile e Ingegneria Informatica dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata, a cui partecipano l’Università di Modena e Reggio Emilia, l’Università di Napoli Federico II, l’Ulss3 Serenissima, l’Ats Città Metropolitana di Milano e l’Ats Sardegna — Assl Sassari, finalizzato alla definizione e messa a punto di procedure e strumenti operativi per la valutazione e gestione dei rischi per i lavoratori nei cantieri di bonifica, con particolare riferimento alle attività che comportano la movimentazione di suolo contaminato.

La geologa Lucina Luchetti del Distretto provinciale Arta di Chieti ha presentato un intervento dal titolo “Attività in collaborazione Arta-Asl-Inail per la definizione delle misure di prevenzione”, illustrando l’esperienza interistituzionale condotta nel SIN di Bussi sul Tirino, in provincia di Pescara.

La proficua collaborazione ha portato a condividere sopralluoghi, campionamenti, tavoli tecnici e pareri destinati al Ministero dell’Ambiente. Sono stati descritti, in particolare, gli ambiti procedurali di utilizzo delle misure di vapori, sviluppati da Arta, Asl di Pescara e Inail per giungere a livelli di tutela ambientale e sanitaria omogenei.

Pescara 10/06/2019

Anche Arta Abruzzo al convegno nazionale agenti fisici di Stresa
da

da sinistra, Carlo Colangeli, chimico del Distretto provinciale di Chieti e Sergio Palermi, fisico del Distretto provinciale di Pescara

Arta Abruzzo ha partecipato alla settima edizione del convegno nazionale agenti fisici tenutosi a Stresa, sul lago Maggiore, dal 5 al 7 giugno 2019. L'evento, quest'anno incentrato sul tema "Monitoraggio ambientale: dalla produzione all’analisi del dato", è stato organizzato da Arpa Piemonte con l'AIRP (Associazione Italiana di Radioprotezione). L'Agenzia ha presentato un lavoro di analisi statistica sui dati di particolato atmosferico rilevati dalla rete di monitoraggio regionale della qualità dell’aria nel primo biennio di attività (2017-18).

La ricerca, nata da una collaborazione tra la Sezione "Emissioni in Atmosfera e Qualità del’Aria" del Distretto provinciale Arta di Chieti (Sebastiano Bianco e Carlo Colangeli), la Sezione di Fisica Ambientale del Distretto provinciale Arta di Pescara (Sergio Palermi) e il Dipartimento di Scienze Psicologiche, della Salute e del Territorio dell'Università di Chieti-Pescara (Prof. Piero Di Carlo), rappresenta il primo tentativo di analisi statistica organica e approfondita dell’imponente dataset prodotto dalla rete di monitoraggio dell'aria, focalizzando l’attenzione sulle misure di PM10 e PM2.5 in 8 stazioni di rilevamento distribuite sul territorio abruzzese. L’analisi ha consentito in particolare di evidenziare il ruolo delle variabili meteorologiche nel determinare la distribuzione spaziale delle concentrazioni di particolato, esplicitando il diverso comportamento della componente antropica (prevalente nella frazione più fine rappresentata dal PM2.5) rispetto a quella naturale (prevalente nel PM10).

Guarda il poster di Arta Abruzzo
Scarica la presentazione
Leggi lo studio

la folta platea che ha partecipato al convegno di Stresa

la folta platea che ha partecipato al convegno di Stresa

Pescara 10/06/2019

Qualità dell'aria, seminario di Arta Abruzzo all'Università di L'Aquila
foto dell'evento

Il chimico di Arta Abruzzo Carlo Colangeli, in servizio presso il Centro di coordinamento regionale di Qualità dell’aria del Distretto provinciale di Chieti, ha tenuto il 29 maggio 2019 presso la Facoltà di Medicina dell’Università degli Studi dell’Aquila un seminario su “Inquinamento atmosferico e monitoraggio della qualità dell’aria” nell’ambito del Corso di laurea magistrale in Biologia ambientale e Gestione degli ecosistemi.

L’incontro è stato realizzato su iniziativa della Prof.ssa Diana Maria Paola Galassi, presidente del Consiglio Area Didattica del corso di laurea in Scienze ambientali, e della Prof.ssa Antonella Azzariti, docente dello stesso corso.

Colangeli ha illustrato agli studenti il funzionamento della Rete regionale di monitoraggio della Qualità dell’aria gestita da Arta Abruzzo e le procedure per la validazione, gestione, trasmissioni istituzionali e pubblicazione on line dei dati. Ha inoltre spiegato quali sono i principali inquinanti monitorati e loro caratteristiche chimico-fisiche, approfondendo la normativa vigente in materia.

Guarda la presentazione.

Pescara 09/06/2019

Le “Giornate micologiche e lichenologiche” di Arta Abruzzo e Parco Sirente-Velino a Rocca di Mezzo
Amanita muscaria (L. : Fr.) Lam. Foto tratta dal sito internetwww.micologiaprofessionale.it del micologo Giacomo Attili di Arta Abruzzo

Amanita muscaria (L. : Fr.) Lam.
Foto tratta dal sito internet www.micologiaprofessionale.it del micologo Giacomo Attili di Arta Abruzzo

Arta Abruzzo e Parco Naturale Regionale Sirente-Velino organizzano per sabato 8 e domenica 9 giugno 2019 le “Giornate micologiche e lichenologiche”, patrocinate da Regione Abruzzo, Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (Ispra) e Sistema Nazionale a rete per la Protezione dell’Ambiente (SNPA).

Le attività si svolgeranno a Rocca di Mezzo (L’Aquila), nella sede dell’Ente Parco in viale XXIV Maggio.

Sabato 8, alle 10, sarà inaugurata la mostra micologica, nella quale si potranno ammirare le varie specie di funghi, sia commestibili sia tossici o velenosi, tipici del territorio abruzzese in questo periodo dell’anno.

Alle 15.30 è previsto un convegno scientifico, al quale interverranno per i saluti istituzionali il direttore generale di Arta e il direttore del Distretto di L’Aquila, Francesco Chiavaroli e Virginia Lena, il commissario del Parco, Igino Chiuchiarelli, il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, l’assessore regionale all’Ambiente, Emanuele Imprudente, il presidente della Provincia di L’Aquila, Angelo Caruso, e il neoeletto sindaco di Rocca di Mezzo, Mauro Di Ciccio.

Moderato dal direttore tecnico dell’Agenzia, Carla Giansante, l’incontro sarà aperto da Carmine Siniscalco dell’Ispra, che illustrerà il “Progetto speciale funghi”, avviato a livello nazionale nel 2007 con l’intento di fornire strumenti operativi non convenzionali per la valutazione della qualità ambientale utilizzando i funghi quali indicatori biologici.

Seguiranno le relazioni degli “ispettori micologi” del Centro di riferimento regionale per la micologia di Arta Abruzzo, attivo dal 1998 nella sede distrettuale aquilana, che oltre alla ricerca scientifica, fornisce supporto alle Asl regionali per la prevenzione e la cura delle intossicazioni fungine.

Antonella Iannarelli parlerà del “Progetto speciale funghi e licheni” nel Parco Regionale Sirente-Velino; Giacomo Attili, autore del sito internet “Micologia professionale”, ricco di informazioni e fotografie realizzate anche al microscopio, approfondirà le attività del Centro di riferimento di L’Aquila; Benedetto Cocciante spiegherà le modalità e l’importanza della determinazione dei metalli pesanti nei funghi del Parco; Carla Croce e Francesco Benedetti si soffermeranno infine sulle caratteristiche dei Macromiceti (i funghi comuni, di dimensioni tali da poter essere osservati a occhio nudo) e sui principali errori di identificazione. Le conclusioni sono affidate al presidente della Comunità del Parco, Francesco D’Amore.

Domenica mattina è in programma la passeggiata micologica, guidata dall’ecologo e micologo Domenico Scoccia della Regione Abruzzo. Il ritrovo dei partecipanti è fissato alle 9 davanti alla sede dell’Ente Parco, dove si raccoglieranno anche le iscrizioni.

Maggiori informazioni possono essere richieste all’Urp dell’Arta (tel. 085-4500234) e all’Urp del Parco Sirente-Velino (tel. 0862-916624).

Scarica la locandina con il programma.

Pescara 07/06/2019

Le tartarughe Zita e Antonietta tornano in Adriatico per la Giornata dell'Ambiente
le tante persone, soprattutto bimbi, accorse al porto turistico di Pescara per salutare Zita e Antonietta

le tante persone, soprattutto bimbi, accorse al porto turistico di Pescara per salutare Zita e Antonietta

Tra le iniziative organizzate da Arta Abruzzo per celebrare la Giornata mondiale dell’Ambiente, che ricorre il 5 giugno, c'è anche il rilascio di Antonietta e Zita, due tartarughe Caretta caretta tornate in mare nel pomeriggio di giovedì 6 giugno 2019 al largo di Pescara.

Ad accompagnarle e liberarle a tre miglia dalla costa è stata la motonave Ermione dell’Agenzia regionale per la tutela dell’ambiente, con a bordo il personale del Centro Studi Cetacei, che le ha curate dopo il recupero, a dicembre 2018, da parte di due motopescherecci della marineria pescarese.

la tartaruga Zita a bordo di Ermione nel momento del rilascio

la tartaruga Zita a bordo di Ermione nel momento del rilascio

L’operazione è stata seguita anche dai subacquei della Scuola Sub Loto e da una delegazione del Parco naturale di Strunjan (Slovenia), ospite a bordo di una motovedetta della Guardia Costiera insieme ai vertici dell’Area Marina Protetta Torre del Cerrano nell’ambito delle attività del programma di gemellaggio RAC/SPA delle Nazioni Unite.

Tanti i bambini accorsi a salutare Zita e Antonietta al porto turistico "Marina di Pescara" prima della loro partenza per la nuova vita in Adriatico.

l'emozionante video del rilascio di Zita e Antonietta girato a bordo della motonave Ermione di Arta Abruzzo

Pescara 07/06/2019

Arta Abruzzo spiega "Il lungo cammino dell'acqua" ai piccolissimi
Foto dell'evento

Ai 22 alunni che hanno partecipato all’incontro sono state proposte attività pratiche e osservazioni alla lente d’ingrandimento

Tra piccole "magie", colorati fumetti e osservazioni con la lente di ingrandimento si è svolto questa mattina a Pescara, nella scuola dell'infanzia "Mariele Ventre" di piazza dei Grue, l'incontro di educazione ambientale "Il lungo cammino dell'acqua", organizzato dalla scuola di formazione "Officina ambiente" di Arta Abruzzo per celebrare la Giornata mondiale dell'Ambiente.

Coadiuvati dalle maestre Maria Gabriele e Patrizia Mele, i tecnici dell'Agenzia Angela delli Paoli, Paolo D’Onofrio, Fabrizio Cornacchia e Barbara Raffaelli hanno interagito con i 22 alunni della terza sezione, di età compresa tra i 5 e i 6 anni, spiegando l'importanza dell'acqua e mostrandone le proprietà attraverso divertenti esperimenti. Tantissime le domande che i bimbi hanno rivolto agli esperti di Arta, nel tentativo di ricondurre le nuove conoscenze all’esperienza quotidiana.

Al termine dell’incontro il direttore generale dell'Agenzia, Francesco Chiavaroli, e il dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo Pescara 2, Mariagrazia Santilli, hanno consegnato ai bambini il “diploma di piccolo ambientalista”, un quaderno didattico sull’ecologia con tanti preziosi consigli per risparmiare l’acqua nelle attività di ogni giorno e una copia del Rapporto 2018 sullo Stato dell’Ambiente, da sfogliare con mamma e papà per conoscere il territorio abruzzese.

Foto dell'evento

Il direttore di Arta Francesco Chiavaroli e il dirigente scolastico Mariagrazia Santilli consegnano i diplomi ai bimbi

Pescara 06/06/2019

Le tartarughe Zita e Antonietta tornano in mare a Pescara
Tartaruga Zita

Tra le iniziative che si terranno in Abruzzo per celebrare la Giornata mondiale dell’Ambiente, che ricorre il 5 giugno, è prevista anche la liberazione di Antonietta e Zita, due tartarughe marine che torneranno in mare domani, giovedì 6 giugno, al largo di Pescara grazie alla collaborazione tra Arta Abruzzo, Centro Studi Cetacei (CSC) e Direzione Marittima di Pescara.

Zita, che pesa circa 25 chili ed è lunga 78 centimetri, deve il suo nome al motopeschereccio “Nuova Zita” di Mariolino Camplone che l’ha salvata a Francavilla al mare (Chieti) il 4 dicembre 2018 e l’ha consegnata al personale del Centro di recupero e riabilitazione tartarughe marine “Luigi Cagnolaro” di Pescara, gestito dal CSC. Antonietta è una piccola Caretta caretta che pesa poco meno di 6 chili ed è lunga 46 centimetri. Recuperata il 20 dicembre scorso 8 miglia al largo di Pescara dal motopeschereccio “Antonietta” di Franco Orsini, da cui ha preso il nome, è stata curata dai veterinari e biologi volontari del Centro “Cagnolaro” e si è lentamente ripresa dall’ipotermia, condizione a cui questi animali possono andare incontro nei mesi invernali, soprattutto se piccoli e debilitati.

Le loro cure sono state possibili anche grazie al sostegno delle scuole che le hanno adottate e che sono state invitate a salutarle prima del rilascio. Zita è stata adottata dalle classi prima e seconda B della primaria “Gescal-Montale” di Pescara; Antonietta è stata adottata dalle classi seconda, terza e quinta della primaria “F.A. Marinelli” di Agnone (Isernia), dalle classi seconda A e seconda B della primaria “G. Rodari” di Pescara e dalle classi prima A e prima F dell’Istituto comprensivo “G. Galilei” di San Giovanni Teatino (Chieti).

L’appuntamento per incontrare le due Caretta caretta prima che tornino in mare è alle 15,30 al porto turistico di Pescara. Ad accompagnarle e liberarle a tre miglia dalla costa sarà la motonave Ermione dell’Agenzia regionale per la tutela dell’ambiente, con a bordo il personale del CSC coordinato dal presidente Vincenzo Olivieri.

L’operazione sarà seguita anche da una delegazione del Parco naturale di Strunjan (Slovenia), ospite dell’Area Marina Protetta Torre del Cerrano nell’ambito del programma di gemellaggio RAC/SPA delle Nazioni Unite, sottoscritto lo scorso febbraio a Silvi (Teramo) alla presenza dei vertici del Ministero dell’Ambiente. Il gruppo, composto dal direttore del Parco Robert Smrekar e dai collaboratori Samanta Makovac, Neža Gregorič e Luka Kastelic, sarà a bordo di una motovedetta della Guardia Costiera insieme al presidente e al direttore dell’AMP, Leone Cantarini e Fabio Vallarola, a Rossana D’Andrea del progetto CETS UniCAM e al responsabile delle attività in mare delle Guide del Cerrano, Roberto Di Giandomenico.

Tartaruga Antonietta

Pescara 03/06/2019

Avvisi di mobilità

Nella sezione bandi di concorso sono disponibili 5 avvisi di mobilità volontaria ai sensi dell’art.30 del D.Lgs.165/2001 relativi a:

  • n. 1 posto di Dirigente del ruolo SPTA (CCNL dell'Area della Dirigenza Sanitaria, Professionale, Tecnica e Amministrativa del Servizio Sanitario Nazionale) da destinare al Distretto Prov.le di Pescara - Sezione di Biologia e Tossicologia Ambientale, Centro di Riferimento Ecosistema Marino
  • n. 1 posto di Dirigente del ruolo SPTA (CCNL dell'Area della Dirigenza Sanitaria, Professionale, Tecnica e Amministrativa del Servizio Sanitario Nazionale) da destinare al Distretto Prov.le di Pescara - Sezione di Fisica Ambientale
  • n. 2 posti di Assistente Amministrativo, Cat C (CCNL Comparto Sanità) da destinare all’ Area Amministrativa Arta Abruzzo, Pescara, riservato ai dipendenti appartenenti alle categorie protette di cui all’ Art. 18 della L.68/99
  • di n. 1 posto di Dirigente del ruolo SPTA (CCNL dell'Area della Dirigenza Sanitaria, Professionale, Tecnica e Amministrativa del Servizio Sanitario Nazionale) da destinare all’Area Tecnica- Sezione Valutazioni ambientali integrate. Emergenze. Rischi di incidenti rilevanti
  • n. 1 posto di Operatore Tecnico Specializzato, Cat BS (CCNL Comparto Sanità) da destinare all’ Area Tecnica Arta Abruzzo Pescara

Maggiori informazioni, avvisi e schemi di domanda sono consultabili nella sezione bandi di concorso.

Carta di Pescara
Ambiente Informa

Analisi acque di balneazione

Balneazione

Catasto elettromagnetico regionale

Link utili Elenco sorgenti
Pubblicazioni

Reporting

Tutti i documenti
prodotti da Arta

Pubblicazioni
WebGIS

Arta e territorio

Informazioni georeferenziate

WebGIS Arta
Caratterizzazione porto di Pescara

Porto Pescara

Caratterizzazione
dell'area portuale

Documenti
Sezione Regionale Catasto Rifiuti

Sezione Regionale Catasto Rifiuti

Vai