Notizie Arta

Pescara 20/07/2018

Incendio Sant'Atto a Teramo, dagli esiti delle analisi sull'aria si evince che la contaminazione è limitata ai capannoni bruciati

Il Distretto provinciale Arta di Teramo ha trasmesso al sindaco di Teramo, Gianguido D’Alberto, gli esiti delle analisi effettuate sui campioni di aria prelevati il 16 luglio nella zona industriale di Sant’Atto, in prossimità dell’incendio divampato nei capannoni dell’ex ICA. Come si evince dalla relazione redatta dal Distretto provinciale di L’Aquila, che ha effettuato le analisi, i tracciati gascromatografici indicano la presenza nel luogo dell’incendio di decine di composti volatili riconducibili ad idrocarburi saturi, insaturi, aromatici ed ossigenati.

La concentrazione degli inquinanti sul sito incendiato è risultata pari a 40 ppbv (parti per miliardo in volume), valore nettamente maggiore di quello riscontrato nel campione prelevato a 20 metri di distanza dal capannone (4,7 ppbv). In conclusione, l’evento emergenziale si può considerare concluso poco dopo lo spegnimento dell'incendio, permanendo una situazione di contaminazione dell’aria solo nelle immediate vicinanze dei capannoni bruciati.

I risultati delle analisi sui campioni di acque di spegnimento e acqua del fiume Tordino, in corso al Distretto di Teramo, saranno resi noti nei prossimi giorni, non appena disponibili.

Pescara 17/07/2018

Rapporto sul Consumo di Suolo in Italia - edizione 2018

Presentata a Palazzo Montecitorio l'edizione 2018 del Rapporto sul Consumo di Suolo in Italia realizzato dall'ISPRA e dal Sistema Nazionale per la Protezione dell’Ambiente, di cui Arta Abruzzo fa parte insieme alle altre Agenzie regionali e provinciali.

Il Rapporto restituisce una fotografia completa e aggiornata del territorio e fornisce una valutazione delle dinamiche di cambiamento della copertura del suolo e della crescita urbana, anche a livello locale, e delle conseguenze sull’ambiente, sul paesaggio, sulle risorse naturali e sul sistema economico.

Vai alla pagina di approfondimento sul sito di ISPRA.

Pescara 16/07/2018

Incendio Sant'Atto a Teramo: analisi di Arta Abruzzo su aria, acque di spegnimento e acqua del fiume Tordino

Questa mattina Arta Abruzzo ha collaborato alle operazioni d'emergenza scattate a seguito dell'incendio scoppiato nella notte a Teramo, nell'area del nucleo industriale di Sant'Atto. Il rogo, sulla cui natura sono in corso indagini, ha interessato alcuni capannoni delle ditte "Zaojtau Srl" e "Agricom Srl". Il personale del Distretto provinciale Arta di Teramo, allertato dalla Asl, ha prelevato campioni di aria, acque di spegnimento e acqua del fiume Tordino.

Le acque saranno analizzate dal laboratorio del Distretto di Teramo, mentre i campioni di aria verranno esaminati dal laboratorio del Distretto provinciale di L'Aquila. Non appena disponibili, i risultati analitici saranno inviati al sindaco di Teramo, alla Asl, alle autorità competenti e verranno diffusi attraverso il sito istituzionale www.artaabruzzo.it e i social. L'Agenzia partecipa al tavolo tecnico in corso al Comune di Teramo, convocato d'urgenza dal sindaco Gianguido D'Alberto.

Pescara 10/07/2018

Liberata la tartaruga Smeagol spiaggiata nel 2016. La collaborazione tra Arta Abruzzo e AMP Torre del Cerrano prosegue con i controlli sui fiumi
smeagol

Tantissimi curiosi, soprattutto bambini, hanno affollato ieri mattina l’Info-Point dell’Area Marina Protetta Torre del Cerrano per conoscere Smeagol, la piccola tartaruga recuperata nell'ottobre 2016 dal Centro Studi Cetacei proprio sulla spiaggia tra Silvi e Pineto e curata per oltre un anno e mezzo dal Centro Recupero Tartarughe Marine “Luigi Cagnolaro” di Pescara.

Smeagol, che pesa quasi 3 chili (al momento del ritrovamento solo un chilo e 35 grammi) e dovrebbe avere tra i 3 e i 4 anni, è tornata in ottima forma dopo lo spiaggiamento e ieri, con la motonave Ermione di Arta Abruzzo, è stata liberata a 3 miglia dalla costa. Il rilascio, inizialmente previsto nelle acque antistanti l’Info-Point, è stato riprogrammato con partenza dal porticciolo di Roseto degli Abruzzi a causa del mare molto mosso.

L’evento, condiviso sui social attraverso foto e video, è stato possibile grazie alla sinergia tra Arta Abruzzo, Centro Studi Cetacei, AMP Torre del Cerrano con le Guide del Cerrano e le Guide del Borsacchio e Guardia Costiera.

La prossima settimana la collaborazione tra Arta Abruzzo e AMP Torre del Cerrano proseguirà con attività volte al monitoraggio e alla salvaguardia degli ecosistemi fluviali. Sulla base della convenzione sottoscritta dal direttore generale di Arta Abruzzo Francesco Chiavaroli e dal presidente dell’AMP Leone Cantarini, i tecnici del Distretto provinciale di Teramo formeranno il personale dell’Area Marina Protetta incaricato di effettuare i prelievi nei corsi d’acqua presenti nei territori di Silvi, Atri e Pineto, che rientrano nel Contratto di Fiume del Cerrano e corsi minori stipulato il 18 gennaio 2016 tra AMP, le tre amministrazioni comunali, la Provincia di Teramo e la Regione Abruzzo. Sui campioni raccolti secondo il calendario concordato, Arta effettuerà analisi chimiche, biologiche e tossicologiche e, una volta conclusi i controlli, elaborerà un report finale sulla qualità ambientale dei corsi d’acqua e le possibili cause di inquinamento.

smeagol
smeagol

Pescara 09/07/2018

Avviso pubblico per la presentazione di istanze per la formazione di un elenco di soggetti idonei alla nomina a Direttore Tecnico dell’Arta Abruzzo

Come disposto dall'art. 5 dell'avviso pubblico per la presentazione di istanze per la formazione di un elenco di soggetti idonei alla nomina a Direttore Tecnico dell'Arta Abruzzo, si pubblica l'elenco degli idonei unitamente ai curricula professionale così come formulato dalla Commissione di Valutazione.

Per maggiori informazioni e per il download dei documenti si rimanda alla pagina dell'avviso.

Pescara 05/07/2018

Salvaguardia dell'ecosistema marino, lunedì a Torre del Cerrano la liberazione della tartaruga Smeagol spiaggiata nel 2016
La tartaruga Smeagol

Dopo Bilbo, un bel esemplare di 31 chili tornato in libertà il 29 aprile al largo di Pescara, lunedì prossimo (9 luglio) sarà la volta della piccola tartaruga Smeagol, che ad oltre un anno e mezzo dallo spiaggiamento, tornata in ottima forma grazie alle cure del Centro Recupero Tartarughe Marine “Luigi Cagnolaro” di Pescara, potrà finalmente rituffarsi nelle acque dell’Area Marina Protetta Torre del Cerrano.

Le sue condizioni al ritrovamento erano disperate a causa di una Debilitated Turtle Syndrome. Per la grave malnutrizione, che ha comportato una lunga serie di conseguenze, il suo percorso di recupero e riabilitazione presso il Centro Recupero gestito dal Centro Studi Cetacei è stato particolarmente lungo. Al recupero la tartaruga pesava un chilo e 35 grammi per 24 centimetri di lunghezza. Oggi pesa quasi 3 chili, si stima abbia tra i 3 e i 4 anni (il sesso è indeterminato, perché è troppo giovane per stabilirlo) ed è sempre vivace ed affamata.

Il suo ritorno nel mare blu è il risultato della collaborazione tra Arta Abruzzo, Centro Studi Cetacei, AMP Torre del Cerrano e Guardia Costiera. Lunedì prossimo, dalle 10, i visitatori potranno conoscere Smeagol presso l'Info-Point di Torre Cerrano, accompagnati dalle Guide del Cerrano e dalle Guide del Borsacchio che risponderanno alle curiosità di grandi e bambini. Il rilascio in acqua è previsto intorno alle 11. La motonave Ermione di Arta attenderà la piccola Smeagol attraccata al campo boe dell'Area Marina Protetta Torre del Cerrano e, una volta che la tartaruga sarà a bordo, l'imbarcazione scortata dalla Guardia Costiera la accompagnerà a circa 3 miglia dalla costa, dove l’animale potrà rituffarsi e nuotare libera verso la sua nuova vita.

All’evento interverranno Vincenzo Oliveri del Centro Studi Cetacei, il direttore generale di Arta Francesco Chiavaroli, il presidente e il direttore dell’AMP Torre del Cerrano Leone Cantarini e Fabio Vallarola, il comandante Pasquale Santoriello dell'Ufficio Marittimo Locale di Silvi, il sindaco di Pineto Robert Verrocchio, il presidente dell'associazione Guide del Cerrano Roberto Di Giandomenico e il sindaco di Silvi Andrea Scordella. In mare opereranno in sinergia il personale specializzato di Arta, i biologi e veterinari volontari del Centro Recupero "Luigi e Cagnolaro" e l'equipaggio della motovedetta della Guardia Costiera.

Il programma dell'evento di rilascio

Nelle foto Smeagol

Smeagol

Pescara 25/06/2018

Emergenze ambientali, a Pescara corso di Arta Abruzzo sul sistema di gestione di Arpa Lombardia

Si svolgerà domani e mercoledì, alla Camera di Commercio di Pescara, il corso di 16 ore su La gestione delle emergenze ambientali organizzato dall’Arta Abruzzo per il proprio personale.

Dopo i saluti del direttore generale dell’Arta, Francesco Chiavaroli, e del collega di Arpa Lombardia, Michele Camisasca, sono previsti gli interventi dei massimi esperti sulla tematica presenti nell’Agenzia lombarda: Giampietro Cannerozzi, direttore dei Dipartimenti provinciali di Brescia e Mantova; Michela Grillo dell’Unità Operativa Sistemi di Gestione ed Emergenze della sede di Milano; Alessandra Ferrari, responsabile dell’Unità Operativa Attività Produttive e Controlli; Vorne Luigi Gianelle, responsabile dell’Unità Operativa Centro Regionale Monitoraggio della Qualità dell’Aria.

Con loro i tecnici di Arta avranno l’opportunità di approfondire, anche attraverso casi studio, le modalità gestionali e operative per affrontare varie tipologie di emergenze ambientali, come incendi in attività produttive o impianti di trattamento rifiuti, incendi che coinvolgano manufatti in amianto, sversamenti di sostanze pericolose, roghi con dispersione di contaminanti nell’aria a ridosso di centri urbani. Non meno importanti, in caso di situazioni emergenziali che richiedono tempestività e massima efficacia dell’intervento, sono gli aspetti di organizzazione del personale: per questo si affronterà anche il tema del servizio di pronta disponibilità, appena introdotto in Arta Abruzzo e in progressiva attivazione in tutte le Agenzie del Sistema Nazionale a rete per la Protezione dell’Ambiente (SNPA).

All’argomento verrà dedicato un apposito corso in programma la settimana prossima, sempre alla Camera di Commercio di Pescara. Prevista anche una seconda edizione del corso su “La gestione delle emergenze ambientali”, martedì 10 e mercoledì 11 luglio 2018.

Pescara 21/06/2018

Attacchi informatici, Arta Abruzzo e Polizia Postale siglano accordo per prevenzione e contrasto
accordo Arta Polizia Postale

Un protocollo d’intesa contro i crimini informatici, il primo in regione, è stato siglato questa mattina a Pescara tra l’Arta Abruzzo e la Polizia Postale e delle Comunicazioni.

Ad ufficializzare nero su bianco l’accordo, quanto mai necessario per l’Agenzia regionale di tutela dell’ambiente dopo le incursioni di hacker subite negli ultimi anni (basti ricordare l’attacco al sistema informatico del distretto provinciale di Pescara nel 2017 e l’oscuramento temporaneo del sito istituzionale lo scorso aprile), sono stati il direttore generale dell’Arta, Francesco Chiavaroli, e la dirigente del Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni Abruzzo, il vice questore Elisabetta Narciso, alla presenza del questore di Pescara Francesco Misiti.

L’intesa è stata stipulata in attuazione del decreto del Ministro dell’Interno del 9 gennaio del 2008, che ha individuato le infrastrutture critiche informatizzate di interesse nazionale e ha istituito il Centro Nazionale Anticrimine Informatico per la Protezione delle Infrastrutture Critiche (CNAIPIC), unità specializzata interna al Servizio di Polizia Postale.

A settembre sarà convocato il primo tavolo tecnico che stabilirà le attività congiunte da realizzare, tra cui la formazione del personale dell’Agenzia per prevenire e contrastare altri eventuali attacchi informatici, mettendo in sicurezza l’enorme mole di dati ambientali e atti gestita dalla sede centrale di Pescara e dai cinque distretti operanti sul territorio.

Le incursioni hacker nei server della pubblica amministrazione sono purtroppo sempre più frequenti e viaggiano attraverso e-mail, PEC e la navigazione internet. Un buon antivirus aiuta, ma non è sufficiente: risolutivo invece è il ricorso a firewall professionali, ovvero moduli che filtrano il traffico in transito dall’esterno, prevenendo attacchi e accessi non autorizzati alla rete locale.

Per Arta sarà inoltre preziosa, grazie al protocollo sottoscritto oggi, la costante segnalazione da parte della Polizia Postale di possibili minacce informatiche costituite da virus e malware.

Nella foto, da destra: il direttore generale dell’Arta, Francesco Chiavaroli, e la dirigente del Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni Abruzzo, il vice questore Elisabetta Narciso.

Carta di Pescara
Ambiente Informa

Analisi acque di balneazione

Balneazione

Catasto elettromagnetico regionale

Link utili Elenco sorgenti
Pubblicazioni

Reporting

Tutti i documenti
prodotti da Arta

Pubblicazioni
WebGIS

Arta e territorio

Informazioni georeferenziate

WebGIS Arta
Caratterizzazione porto di Pescara

Porto Pescara

Caratterizzazione
dell'area portuale

Documenti
Sezione Regionale Catasto Rifiuti

Sezione Regionale Catasto Rifiuti

Vai